Vai a sottomenu e altri contenuti

Anagrafe Italiani residenti all'esteri (A.I.R.E.)

L'anagrafe degli Italiani residenti all'estero (AIRE) è stata istituita con la Legge 27 ottobre 1988 n.470 e contiene tutti i dati dei cittadini italiani che risiedono all'estero per un periodo superiore ai dodici mesi.Essa è gestita dai Comuni sulla base dei dati e delle informazini dalla Rappresentanze consolari all'estero.

L'iscrizione all'A.I.R.E. è un diritto/dovere del cittadino e costitisce presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti dalle Rappresentanze all'estero, nonchè per l'esercizio di importanti diritti, quali per esempio :

  • la possibilità di votare per le elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel paese di residenza, e per l'elezione dei rappresentanti italiani al parlamento Europeo nei seggi istituiti nei Paesi UE;
  • la possibilità di ottener il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nochè certificazioni;
  • la possibilità di rinnoca la patente di guida ( solo Paesi EXTRA CEE).

Devono iscriversi all'A.I.R.E

  • i cittadini che trasferiscono la propria residenza all'estero per periodi superiori ai 12 mesi;
  • quelli che vi risiedono, sia perchè nati all'estero sia che per successivo acquisto della cittadinanza italiana;

Non devono iscriversi all 'A.I.R.E

  • le persone che si recano all'estero per un periodo si tempo inferiore ad un anno;
  • i lavoratori stagionali;
  • i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all'estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche consolari rispettivamente del 1961 e 1963;
  • i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture NATO dislocare all'estero.

L'iscrizione A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall'interessato all'Ufficio Consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento di residenza e comporta la contestuale cancellazione dall'Anagrafe della Popolazione residente del Comune di provenienza.

Alla richiesta, presso gli sportelli consolari, dovrà essere allegata la documentazione che provi l'effettiva residenza nella circoscrizione consolare ( es: certificato residenza dell'autorità estera - permesso di soggiorno - carta d'identiaà straniera - bollette utenze residenziali - copia contratto lavoro ecc)

Requisiti

resiedere all'estero perpiu' di un anno

Costi

Iscrizione gratuita

Normativa

Legge 27 ottobre 1988 n.470

Termini per la presentazione

-

Incaricato

Cherchi Pier Franco - Ufficio Anagrafe

Tempi complessivi

-

Termini e modalità di ricorso

-

Note

L'aggiornamento dell'A.I.R.E. dipende dal cittadino.

L'interessato deve tempestivamente comunicare all'ufficio consolare:

  1. il trasferimento della propria residenza o abitazione;
  2. le modifiche dello stato civile anche l'eventuale trascrizione in Italia degli atti stranieri
  3. il rientro definitivo in italia;
  4. la perdita della cittadinanza italiana.

Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, rende impossibile il contatto con il cittadino e il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in occasioni di consultazioni elettorali.

E' importante che il connazionale comunichi il proprio indirizzo in modo corretto o completo

La cancellazione dall'A.I.R.E. avviene :

  • per iscrizione nell'Anagrafe della Popolazione Residente (APR) di un comune italiano a seguito di trasferimento dall'estero o rimpatrio;
  • per morte, compresa la morte presunta;
  • per irreperibilità presunta;
  • per perdita della cittadinanza italiana
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto