Vai a sottomenu e altri contenuti

Riconoscimento cittadinanza italiana 'jure sanguinis'

La procedura riguarda i discendenti di cittadino italiano, nati in un territorio che per il fatto della nascita li ritiene propri cittadini ( Stati Americani). Questo cittadino è quindi cittadino jure sanguinis in quanto discendente di cittadino italiano, ma è in possesso anche di un'altra cittadinanza per nascita in uno Stato che applica tale criterio.

La competenza ad effettuare il riconoscimento della cittadinanza italiana è del Sindaco dove l'interessato ha stabilito la propria residenza.

Una volta iscritto in angrafe, lo straniero inizierà il procedimento presentando i documenti necessari .

Requisiti

Essere discendente di cittadino italiano emigrato in uno stato che applica la cittadinanza per nascita.

Costi

marca da bollo €.16.00

Normativa

Art. 1 della legge 5.2.1992 n.91;

DPR 572 del 12/10/1993

Circolare Ministero Interno n. K28.1 dell'8/4/1991

Circolare del Ministero dell'Interno n.28/2002

Circolare del Ministero dell'Interno n-32 del 13/06/2007

Circolare del Ministero dell'Interno n.26 del 01.06.2007

Documenti da presentare

-Passaporto
-estratto dell'atto di nascita dell'avo emigrato all'estero rilasciato dal Comune italiano di nascita, e tutti gli atti di stato civile (nascita,matrimonio e morte) relativi agli eventi avvenuti nello stato estero e relativi agli ascendenti del richiedente oltre a quelli relativi al richiedente e ai suoi evntuali figli, muniti di traduzione ufficiale e legalizzazione o apostille;
-certificato dello stato estero attestante che l'avo italiano a suo tempo emigrato dall'Italia non acquistò la cittadinanza dello Stato estero di emigrazione prima della nascita dei figli, con traduzione ufficiale, legalizzazione o apostille.
-modulo;

-marca da bollo

Incaricato

Cherchi Pier Franco - Ufficio dello Stato Civile

Tempi complessivi

I tempi variano in ragione dei Consolati da interpellare e dai tempi di risposta dei medesimi

Note

Modalità di richiesta

Il cittadino consegna il modulo e tutta la documentazione necessaria per dimostrare la sua discendenza da avo italiano; l'ufficio esanima tutti gli atti per valutare se esistano i requisiti richiesti per il riconoscimento della cittadinanza e verifica la correttezza formale e sostanziale della documentazione a corredo. Successivamente l'Ufficio predispone una relazione per richiedere ai vari Consolati italiani competenti il rilascio del certificato attestante che nè gli ascendenti in linea retta, nè la persona rivendicante il possesso della cittadinanza italiana vi abbiano mai rinunciato.

A seguito di riscontro da parte dei Consolati interpellati, viene emessa una dichiarazione sindacale di riconoscimento della cittadinanza italiana, il richiedente viene informato dell'esito del procedimento.Successivamente,previo appuntamento, vengono trascritti gli atti di stato civile (nascita - matrimonio) relativi all'interessato e ad eventuali figli minorenni conviventi. Vengono eseguite le annotazioni sull'atto di nascita e fatte tutte le comunicazioni ai vari uffici comunali ( Anagrafe - Elettorale -Leva) alla Questura, al Ministero dell'Interno, al casellario centrale di Roma e ai vari Consolari

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Riconoscimento cittadinanza - Domanda Formato pdf 19 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto